Abbracciare la natura umana a 1,5 tesla con Magnetom Sola: Cidat presenta il nuovo macchinario di risonanza magnetica

Nel mese di novembre il gruppo Cidat ha istallato un nuovo apparecchio di risonanza magnetica: Magneton Sola – Siemens, nella versione top della gamma Siemens Healthcare da 1.5T

La struttura CIDAT SRL ha perfezionato il servizio di diagnostica per immagini presso la sede di Terni in Via Ippocrate 164 con l’acquisizione di una nuova apparecchiatura di risonananza magnetica di ultima generazione.

Un magnete Siemens, ad “alto campo” con apertura di 70 cm, da 1,5 di ultimissima generazione, dotato delle tecnologie più avanzate che massimalizzano la qualità diagnostica, riducono la durata degli esami e aumentano il comfort del paziente.

I punti tecnici di forza del magnete ora aquisito dal centro sono diversi:

  • un magnete di ultima generazione ad alto campo con un ampiezza del tubo da 70 cm la più grande disponibile
  • i gradienti molto potenti, il più alti disponibili, in grado di arggiungere la massima intensità
  • la catena di radiofrequenza: completamente digitale con trasmissione a fibra ottica, con possibilità di connette simultaneamente ben 204 canali.
  • Un corredo completo di bobine con alta densità di elementi e canali multiplidedicate a tutti i settori del corpo
    un software con le più potenti tecniche dell’imagin parallelo
  • Una esclusiva, recentissima ed innovativa tecnologia Biomatrix, disponibile solo sui magneti Siemens, in grado di rilevare le caratteristice fisiche ed i parametri fsiologici dei pazienti e permettere alla macchina, anche grazie al ricorso all’intelligenza artificiale, di eseguire esami del tutto poersonalizzati e privi di artefatti
  • il completo corredo di protocolli personalizzti con le più recenti sequenze di acquisizione specifiche per lo studio di ogni settore del corpo umano

Caratteristiche tecniche quelle descritte che consentono di eseguire gli esami di risonanza magnetica di tutti i settori del corpo umano e per tutti gli ambiti diagnostici (neurologia, oncologia, ortopedia, cardiologia, senologia, gastroenterologia, urologia) con il livello più alto a tutt’oggi raggiungibile con la risonanza magnetica.

In particolare in campo

  • neurologico: nello studio delle patologi vascolari, tumorali nella rilavazione e caretterizzaziopne dei tumori e nei controlli post chirurgici post chirurgici e post chemio-radioterapici anche con l’utilizzo delle tecniche della Rm funzionale), infiammatoria (encefaliti infettive ed autoimmuni), demielinizzanti (nelle slerosi multiple e nelle altre patologie demielinizzanti) e degenerative (in particolare nelle demenze); dell’idrocefalo (con lo studio della dinamica liquorale); della patologia della parete vasale (aneurismi, placche di atarosclerosi, arteriti); della patologia del midollo spinale, dei vasi epiaortici ed encefalici arteriosi e venosi; dei plessi nervosi (brachiali e lombosacrale), dei nervi perifierici
  • otorinolaringoiatrico: della patologia infiammatoria e tumorale dei distretti rinosinusale, del cavo orale, della faringe, della laringe
  • oncologico
  • ortopedico
  • cardiologia (RM cardiaca funzionale)
  • gastroenterologia (enteroRM)
  • senologia (RM mammaria)
  • urologia (RM multiparametrica della prostata)