Carta Servizi
8. Diritto all’Assistenza (Diritto all’informazione ed alla partecipazione)
La Cidat riconosce con impegno prioritario la costante verifica dell’adeguatezza delle prestazioni offerte per il miglioramento continuo della qualità.
A questi fini si avvale anche della collaborazione degli Utenti e delle Associazioni per la tutela dei diritti dei cittadini.

Politica della qualità:
Ogni utente ha diritto ad una prestazione adeguata alle sue esigenze fisiche e morali e ad una corretta valutazione ed assistenza personalizzata che risponde in modo completo ai suoi bisogni.

Integrazione:
L’accoglienza personalizzata richiede necessariamente che diversi servizi operino in stretta collaborazione tra loro ai fini di garantire un’assistenza all’utente personalizzata.

Imparzialità:
Le prestazioni sono ispirate al principio di eguaglianza, valutate le specifiche condizioni di bisogno nell’ambito nel piano Assistenza individualizzato per ogni utente.
La struttura dispone di una procedure da seguire nel caso di interventi di supporti a “soggetti fragili” attraverso l’intervento di personale medico richiesto dai collaboratori tecnico-sanitario e/o dai collaboratori amministrativi.
L’erogazione dei servizi è comunque improntata ai criteri di obbiettività e di imparzialità non compiendo alcuna distinzione in ordine al sesso, alla razza, alla disabilità, alla religione ed alle opinioni politiche.
Per facilitare l’accesso alle prestazioni e garantire il principio di eguaglianza ed imparzialità, la struttura è dotata di un ufficio accettazione che svolge anche il servizio relativo all’informazione.

Continuità:
Il Centro si impegna a garantire l’erogazione dei servizi in maniera continuativa, regolare e senza interruzioni durante l’intero arco dell’anno. Ogni disservizio verrà tempestivamente affrontato al fine di contenere i disagi degli utenti.

Diritto all’informazione e alla partecipazione:
Il Centro assicura una corretta informazione sul proprio funzionamento e considera fattore fondamentale la “Chiarezza e Tempestività di Informazione”. Per avere un buon rapporto con l’utente l’informazione deve essere data in termini chiari dal personale preparato, gentile, disponibile, accondiscendente e paziente; inoltre, il personale è tenuto alla stretta osservanza del segreto professionale.
La partecipazione viene realizzata oltre che con l’attivazione di un efficace sistema di informazione sulle prestazioni erogate e relative modalità di accesso, anche attraverso le seguenti modalità:
  • rilevazioni di gradimento da parte dell’utenza delle prestazioni per il controllo di qualità del servizio offerto. La rilevazione del gradimento della qualità, misurata sulla base degli standard prende in esame, in particolare la qualità dei rapporti con il personale, il rispetto dei tempi degli appuntamenti, la gradevolezza dell’ambiente con predisposizione dei questionari;
  • Attuazione di gruppo di miglioramento (Assemblea dei Soci, Direzione Sanitaria, Responsabile Qualità, Responsabile Servizio relazioni Esterne) che opera secondo il metodo dell’analisi dei fatti osservati, documentati e riferiti. Attivazione del gruppo di miglioramento per l’esame delle circostanze che hanno determinato il disservizio.
Inoltre:
  • conoscere preventivamente l’importo delle tariffe delle prestazioni;
  • ricevere un trattamento che, per modi di accoglienza e livello di prestazioni, sia rispettoso della libertà e della dignità della persona, adeguatamente alle esigenze sanitarie del caso e dia garanzia di tutele e riservatezza;
  • ottenere chiare e complete informazioni sugli accertamenti diagnostici, sulla prognosi e sulle terapie e nel rispetto della deontologia medica e delle norme vigenti in materia;
  • individuare il personale medico e non medico. A tale scopo, il predetto personale, è munito di cartellini di identificazione chiaramente leggibili, con nome, cognome, titoli professionali e qualifica;
  • rivolgere al medico responsabile eventuali reclami e di ottenere puntuale risposta.
<<
7. Standard di Qualità delle Prestazioni
>>
9. Tutela Cliente/Paziente