Carta Servizi
4. Assetto Organizzativo
Il personale del Centro, identificato con apposito cartellino di riconoscimento, è strutturato organizzativamente in modo da garantire all’interno una adeguata chiarezza dei compiti assegnati e delle procedure da seguire. È a disposizione dell’utente una struttura organizzativa a cui saranno delegate le funzioni di accoglienza, informazione, gestione amministrativa e quanto altro necessario a supportare il personale medico.
Direttore Sanitario
Dr. Paolo Stecca

• RISONANZA MAGNETICA
Dr. Pierfausto Ottaviano, Dr. Pietro Enrico, Dr.ssa Giulia Conti
(specialisti in radiologia diagnostica)

Tipo di apparecchio
Siemens Avanto I class RMN 1,5 T
Opera Esaote RMN osteoarticolare

Nota informativa sulla Risonanza Magnetica
Leggi dettagli >>
La Risonanza Magnetica (RM) è una recente tecnica che consente di ottenere immagini di strati corporei ad elevato contenuto informatico in ogni piano dello spazio.
L'esame prevede:
  • l'introduzione del paziente all'interno di un campo magnetico statico ad induzione sufficientemente elevata (da 0,2 a 1,5 Tesla);
  • l'esposizione dello stesso a radiazione elettromagnetica nella banda delle radiofrequenze;
  • la captazione ed elaborazione del segnale proveniente dal settore corporeo studiato.
Pur non essendo disponibili dati definitivi, risulta che gli effetti biologici dell'uso medico della RM possono considerarsi irrilevanti in assenza di specifiche controindicazioni. L'eventuale presenza di controindicazioni sarà da noi valutata sulla scorta delle indicazioni fornite dal suo medico curante e in base alle risposte alle domande che Le saranno specificatamente rivolte, nel questionario specifico a tal fine preposto. Sono da considerarsi controindicazioni assolute: clips ferromagnetiche vascolare, pacemaker cardiaco, catetere di Swan-Hanz, elettrodi endocorporei, impianto cocleari (alcuni tipi), protesi stapediali metalliche, connettori metallici di shunt ventricolo-peritoneali, filtri vascolari, stent e spirali metalliche, dispositivi endocorporei ad attivazione magnetica o elettrica (neurostimolatori di crescita ossea, pompe per infusione continua di farmaci, sfinteri ed impianti oculari magnetici), protesi del cristallino con anse al titanio e platino, corpi estranei ferromagnetici in sede nobile (intracranica, endoculare o vascolare).
Sono da considerarsi controindicazioni relative: gravidanza (soprattutto il primo trimestre), turbe della termoregolazione, protesi valvolari cardiache, clip metalliche non vascolari, corpi estranei ferromagnetici in sede non nobile.
Cautelativamente è sconsigliabile escludere dall'indagine le donne nel primo trimestre di gravidanza, pur non essendo ancora documentato un effetto teratogeno e/o lesivo dei campi magnetici e variabili, nonché degli impulsi a radiofrequenza sull'embrione del feto.
Nota informativa sui mezzi di contrasto in Risonanza Magnetica
Leggi dettagli >>
Per specifiche patologie può risultare utile la somministrazione per via endovenosa di particolari mezzi di contrasto dotati di proprietà paramagnetiche, chimicamente derivati dal Gadolino. I mezzi di contrasto attualmente a disposizione in RM sono prodotti estremamente sicuri e sono stati impiegati in milioni di pazienti. Occasionalmente però possono dare dei problemi. Il personale che La assiste è addestrato per curare nel modo migliore queste reazioni nel caso si verificassero.
I tipi di reazione che si possono manifestare sono:
  1. reazioni minori, come starnuti, nausea ed eritema cutaneo (probabilità 1%);
  2. reazioni maggiori, come difficoltà respiratorie e/o cardio-circolatorie, convulsioni, perdita di conoscenza (probabilità 0,01%). Assai raramente, come succede con altri farmaci, i mezzi di contrasto possono causare il decesso (probabilità 0,0000002%).
Si richiama inoltre l'attenzione dei pazienti e dei loro medici sulla recente nota AIFA che informa sull'associazione osservata tra la somministrazione di mezzi di contrasto contenenti gadolino e l'insorgenza di Fibrosi Sistemica Nefrogenica (NFS, chiamata anche Dermatopatia Nefrogenica Fibrosante) in pazienti con grave insufficienza renale (filtrato glomerulare ‹30 ml/min/1,73 m2) o che hanno avuto o sono in attesa di trapianto di fegato.
Al momento attuale nel mondo sono stati segnalati più di 200 casi di questo tipo, la maggior parte dei quali associata all'impiego di alcuni mezzi di contrasto.
Non si conoscono casi di NFS in pazienti con funzionalità renale normale.
Altre informazioni sulla NFS possono reperirsi ai siti: http://www.esur.org - http://www.icnfdr.org
• TAC
Dr. Pierfausto Ottaviano, Dr. Pietro Enrico, Dr.ssa Giulia Conti

Tipo di apparecchio
Bsdelight 4 Sele GE
Cone Beam (radiologia odontoiatrica)

Nota informativa sulla TAC
Leggi dettagli >>
La Tomografia Assiale Computerizzata, comunemente definita dall’acronimo TAC è un esame diagnostico che impiegando una complessa apparecchiatura a raggi X consente di ricostruire al computer sezioni della regione corporea soggetta ad indagine. Da questo deriva il nome di “tomografia” che significa “immagine in sezione”.
La nuova strumentazione è costruita intorno ad una serie di soluzioni tecnologiche esclusive sviluppate con l’intento di fornire un sistema senza limiti applicativi, capace di minimizzare i rischi legati all’esposizione radiologica e, nel contempo, produrre la migliore qualità delle immagini.
Le donne in età fertile devono avere la certezza di non essere in stato di gravidanza, qualsiasi dubbio impone di soprassedere all’esecuzione di qualsiasi esame che comporti l’irradiazione del corpo e di parti del corpo con raggi X.
La Diagnostica TAC è corredata di un apposito sistema (iniettore digitale) per eseguire in massima sicurezza esami con iniezione di Mezzo di Contrasto Iodato.
Nota informativa sui mezzi di contrasto Tac
Leggi dettagli >>
Se il quesito clinico prevede il ricorso al MDC è necessario eseguire alcune analisi di laboratorio, elettrocardiogramma, ed essere a digiuno da almeno 6 ore, inoltre è necessario compilare e firmare l’apposita modulistica di consenso prevista dalla legge.
Bisognerà sempre segnalare al Medico Radiologo eventuali precedenti episodi di reazioni al MDC e comunque un’anamnesi positiva per allergie.
È di estrema importanza portare con sè tutta la documentazione sanitaria connessa al quesito clinico compresi, naturalmente, gli esami radiologici (ecografie, TAC ecc.) precedenti, se effettuati.
Per l’utilizzo del MDC per via endovenosa viene preliminarmente posizionata una piccola agocannula in una vena superficiale del braccio attraverso la quale verrà somministrato il MDC.
Nel caso si venga sottoposti ad un esame di colonscopia virtuale, il paziente verrà invitato a bere un MDC al fine di opacizzare le anse intestinali.
Completato l’esame, se è stato somministrato il MDC, l’agocannula utilizzata per l’infusione verrà tolta dopo un adeguato periodo di osservazione (almeno 15 minuti dal termine dell’esame).
Successivamente il paziente non deve attenersi a regimi o prescrizioni particolari e può immediatamente riprendere la sua normale attività ed eventualmente attenersi alle prescrizioni mediche.
Tecnologia Cone Beam
La tomografia volumetrica Come Bean tridimensionale riduce l’esposizione del paziente alle radiazioni, fino a quaranta volte meno della Tac tradizionale, per la massima tutela della vostra salute. Inoltre questo esame assicura a voi ed al vostro dentista la massima precisione per la diagnosi odontoiatrica, permettendogli di operare con maggior tranquillità e precisione.

• RADIOLOGIA
Dr. Pietro Enrico, Dr.ssa Giulia Conti, Dr.ssa Elisa Frongillo

Tipo di apparecchio
gmm mecal (Rx)
Imd 13B611 (Rx)
Alpha ST (mammografo)
Orthopantomograph 105 Siemens, Sirona (ortopantografi)

Nota informativa Rx
Leggi dettagli >>
La Radiologia è la più classica applicazione dei raggi X in medicina.
Con il termine Radiologia Digitale si indica la modalità digitale di acquisizione dell’immagine RX che permette di sfruttare processi computerizzati per la modificazione e l’archiviazione di immagini dopo la loro acquisizione.
Il centro è dotato di attrezzature radiologiche di nuova concezione che permettono di effettuare ogni tipo di indagine radiografica con immagini digitali di alta qualità e la riduzione della dose radiologica applicata al paziente.
L’indagine RX viene ottimizzata mediante un post-processing sulle Work-Stations di refertazione, successivamente le immagini possono essere stampate su pellicola radiografica a secco, o registrate su supporto informatico (CD-ROM, DVD).
Nota informativa sulla mammografia
Leggi dettagli >>
La mammografia è l’esame radiografico del seno, effettuato attraverso una bassa dose di raggi X.
La donna sta in piedi davanti alla macchina che esegue l’esame, uno dei seni viene appoggiato su un piatto di plastica trasparente e viene premuto con decisione, ma senza far male, da un altro piatto che scende dall’alto. Le due superfici di plastica servono per appiattire il seno e tenerlo fermo, per poter produrre una miglior immagine mammografica. La pressione dura per pochi secondi e non fa assolutamente male al seno. Il procedimento viene ripetuto per l’altro seno.
I piatti della macchina, infine, vengono ruotati di novanta gradi, per poter analizzare il seno anche da una prospettiva laterale. Alla fine, vi vengono consegnate due radiografie di ciascun seno, per un totale di quattro radiografie.
Alcune donne si sentono preoccupate pensando ad eventuali pericoli derivanti dall’esposizione alle radiazioni, tuttavia queste sono molto modeste e considerate innocue. La tecnologia attuale e l’esperienza del tecnico di radiologia permette di ottenere delle immagini di alta qualità utilizzando una dose di radiazioni particolarmente contenuta.
L’apparecchiatura per la mammografia produce un mammogramma, ovvero una radiografia del seno impressa su un foglio di pellicola radiografica. In seguito il medico, che di solito è uno specialista (radiologo) esamina attentamente la radiografia.
Nota informativa Ortopanoramica
Leggi dettagli >>
La radiografia ortopanoramica consente una visione completa dell'anatomia dentale del paziente e costituisce la base sulla quale impostare successivi approfondimenti per le più scrupolose esigenze diagnostiche.
È un esame rapido, non invasivo, per la cui esecuzione ci avvaliamo di uno degli apparecchi radiografici più moderni.
Le donne in età fertile devono avere la certezza di non essere in stato di gravidanza, qualsiasi dubbio impone di soprassedere all’esecuzione di qualsiasi esame che comporti l’irradiazione del corpo e di parti del corpo con raggi X.
• MOC
Dr. Giancarlo Policani

Tipo di apparecchio
Lunar Prodigy Advancer GE
Gelunar GE

Nota informativa Moc
Leggi dettagli >>
L’apparecchiatura con cui si effettua questo esame è il GE Lunar Prodigy esso utilizza una tecnica che attraverso dei raggi X, che sono dati in quantità non pericolosa per la salute, riesce a fornire una valutazione molto precisa della composizione corporea.
La macchina sfrutta il principio attraverso il quale i Raggi X attraversando i diversi tessuti subiscono una attenuazione che è maggiore quanto è più densa la parte del corpo attraversata.
Questo principio permette di valutare diversi tessuti, come la matrice ossea, la massa muscolare ed il grasso.
Non è necessario alcuna preparazione specifica per l'esecuzione della DEXA.
La valutazione della densità ossea è molto importante per la prevenzione e cura dell’osteoporosi.
L’analisi è indicata nelle seguenti condizioni:
  • Ipertiroidismo
  • Iperparatiroidismo
  • Ipotiroidismo
  • Ipogonadismo
  • Sindrome di Cushing (ipercortisolismo)
  • Osteoporosi
  • Valutazione delle masse corporee (massa magra, massa grassa, Tessuto osseo)
  • Valutazione delle masse corporee nello Sport
  • Anoressia Nervosa
  • Obesità
  • Malattia Celiaca
  • Sindromi da Malassorbimento
  • Menopausa
  • Menopausa chirurgica o Iatrogena
  • Menopausa Precoce
  • Neoplasie Maligne sottoposte a chemioterapia
  • Disturbi del ciclo mestruale
  • Immobilizzazione protratta
  • Età avanzata
• ECOGRAFIA
Dr.ssa Giulia Conti, Dr.ssa Elisa Frongillo, Dr.ssa Patrizia Bianchi, Dr. Pietro Enrico, Dr.ssa Claudia Velez, Dr. Giorgio Bellavigna

Tipo di apparecchio
Esaote Mylab 40
Mylab 50 gold Esaote
Esaote AU3
Harmonic AU5 Esaote

Nota informativa sull'Ecografia
Leggi dettagli >>
Tale analisi strumentale serve per analizzare, ove si ritiene opportuno, qualsiasi parte anatomica e senza alcuna controindicazione.
Questo sistema di indagine diagnostica medica non utilizza radiazioni ionizzanti, ma ultrasuoni e si basa sul principio dell'emissione di eco e della trasmissione delle onde ultrasonore.
Oggi tale metodica viene considerata come esame di base o di filtro rispetto a tecniche di Imaging più complesse come TAC e risonanza magnetica.
Nel caso in cui l’esame diagnostico riguardi l’addome, sia superiore che inferiore, o la prostata (ecografia transrettale) è necessaria una specifica preparazione, le informazioni in merito ad essa vengono fornite al momento della prenotazione dell’esame diagnostico o al momento che il cliente/paziente desideri riceverle.
• ECOGRAFIA VASCOLARE standard e ecocolordoppler
Dr. Sami Alexander Haznedari, Dr.ssa Debora Pezzuto, Dr. Roberto Teodoro Bock, Dr.ssa Deborah Maria Brambilla

Tipo di apparecchio
Logiq 3 GE
Megas Esaote Biomedica
Esaote Mylab 40

Nota informativa sull'Ecografia Vascolare
Leggi dettagli >>
Si tratta di una tecnica non invasiva di diagnostica per immagini che permette la visualizzazione ecografica dei vasi sanguigni e lo studio del flusso ematico. In particolare, tramite l’ecocolordoppler è possibile vedere il movimento nei vasi e studiare il quantitativo di sangue che giunge ad un organo o struttura.
Questa metodica si rivela molto utile nella diagnostica delle patologie vascolari, permettendo di monitorare nel tempo stenosi arteriose e venose, aneurismi, trombosi e insufficienze venose.
Se è necessario sottoporsi ad un ecocolordoppler agli arti superiori ed inferiori, carotideo o cardiaco non è necessaria nessuna particolare preparazione. Nel caso in cui la zona da sottoporre a controllo fosse quella dell’addome è necessario il digiuno nelle 6 ore precedenti l’esame.
L’ecocolordoppler è un esame che non reca alcun dolore o fastidio.
Terminato l’esame, non è necessaria nessuna particolare precauzione e il paziente può lasciare il centro diagnostico e riprendere le sue consuete abitudini.
• ELETTROCARDIOGRAMMA
Dr. Roberto Teodoro Bock

Tipo di apparecchio
Mac 500 GE (elettrocardiografo)

Nota informativa sull'Elettrocardiogramma (ECG)
Leggi dettagli >>
L'elettrocardiogramma costituisce l'indagine clinica di maggior importanza nella diagnostica cardiologica. Grazie alle informazioni che fornisce è possibile identificare la presenza di disturbi del ritmo cardiaco, o della propagazione dell'impulso elettrico che provoca la depolarizzazione delle fibre muscolari (alterazioni della conduzione), e di alterazioni miocardiche conseguenti a sofferenza ischemica (coronaropatie).
Non è necessaria alcuna preparazione specifica per l'esecuzione dell’esame.
• EMG
Dr. Roberto Maria Bruschini

Tipo di apparecchio
Electromyography EBNeuro Nemus

Nota informativa sull'Elettromiografia (EMG)
Leggi dettagli >>
L'elettromiografia è una tecnica diagnostica molto utilizzata in campo neurologico e ortopedico; molto spesso l'elettromiografia è complementare ad altre tipologie di indagine diagnostica quali, per esempio, la tomografia assiale computerizzata e la risonanza magnetica.
L'elettromiografia fornisce informazioni sia per quanto riguarda la funzionalità dei nervi periferici sia per quanto concerne i muscoli scheletrici.
Scopi principali dell'elettromiografia sono sia l'analisi dell'attività muscolare a riposo e durante l'attivazione volontaria sia lo studio delle conduzioni nervosa, motoria e sensitiva.
Non è necessaria alcuna preparazione specifica per l'esecuzione dell’esame.
• RIABILITAZIONE FISIOTERAPICA
Dr.ssa Sonia Magni
Morena Bracone, Ilaria Ferranti, Anna Millesimi, Rita Sforza (personale qualificato in fisioterapia)

Tipo di apparecchio
magnetoterapia:
Bioservice Magneto base
elettrostimolazione, correnti tens, correnti diadinamiche, ionoforesi:
Neurostimolator Med Elettronica
Bioservice Leonardo Basic
Magneto Base+ Bioservice
laserterapia:
Digital Laser Bioservice
ultrasuonoterapia:
Bioservice Donatello Classic
tecarterapia:
Physiotherm E.Pagani, Tecar HCR 701
presso terapia:
Tintoretto Bioservice

Nota informativa sulla Riabilitazione
Leggi dettagli >>
Nell’ambito fisioterapico il centro offre un’ampia gamma di trattamenti.
Il cliente/paziente al momento in cui accede al servizio di fisioterapia viene informato dal personale addetto sul comportamento da tenere durante lo svolgimento della riabilitazione e sulle eventuali controindicazioni.
<<
3. Presentazione dell'Istituto
>>
5. Prestazioni garantite all'Utente